VARIE
18.01.2015 - 08.03.2015
Teatro in libertà
6850 Mendrisio
Orari
Do: 16.00

~~Aula Magna del Centro scolastico Canavee, Mendrisio
domenica 18 gennaio 2015, ore 16.00

La bicicletta rossa

Principio Attivo Teatro
regia Giuseppe Semeraro
drammaturgia Valentina Diana
con Giuseppe Semeraro, Silvia Lodi, Otto Marco Mercante, Dario Cadei, Cristina Mileti
da 8 anni

“Questa è la storia della mia famiglia prima che nascessi”.
Le parole di Marta dal pancione della mamma raccontano le avventure della sua famiglia e
 dei vari protagonisti strampalati. I gesti dei personaggi della storia, in contrappunto con la
 musica, parlano di povertà. Gesti sempre uguali che esprimono la rassegnazione ma anche
 la condivisione degli affetti.
“La bicicletta rossa” nasce da una forte necessità di tradurre per la scena la storia di una
 famiglia capace di parlare dell’oggi. Una favola moderna, una favola senza tempo che
 utilizza un linguaggio da film muto, ora comico ora riflessivo, che racconta le peripezie per
 la sopravvivenza della famiglia e la forza di trasformare uno strumento di oppressione in
 mezzo di liberazione, grazie al sogno del fratello Pino che quasi per caso farà ritrovare
 dignità e riscatto a tutti. Trasformare la quotidianità in un miracolo che resiste…
Premio EOLO AWARDS 2013 – Migliore drammaturgia dell’anno

 

 

~~Aula Magna del Centro scolastico Canavee, Mendrisio
domenica 8 febbraio 2015, ore 16.00

Goccia a goccia

Ferruccio Filipazzi
con Ferruccio Filipazzi e Massimo Ottoni
da 3 anni

Adesso che sono grande lo so chi devo ringraziare: mio papà. Papà non mi ha mai regalato
 un giocattolo. Ha fatto una cosa più bella: mi ha insegnato a giocare! Con tutto: con i sassi,
 con una smorfia, con un fischio, con le parole… una sera papà è entrato nella mia stanza,
 con le mani a conca “Figliolo, domani sarà il tuo primo giorno di scuola. Da domani comincerai
 a diventare grande davvero. Per un giorno così importante ti ho portato un ruscello.
 Crescerete insieme, vi terrete compagnia (ad avvicinare l’orecchio si sentiva gorgogliare)
 e quando sarete grandi arriverete al mare. Adesso dormi. Buona notte!”
Io l’ho nascosto sotto il letto… e l’ho sentito… e il buio e le paure sono andati via.
 Una storia delicatissima, di crescita e di iniziazione.
 Una voce, una chitarra. Sabbia, sagome, giochi d’acqua e colori.

 

 

~~Aula Magna del Centro scolastico Canavee, Mendrisio
domenica 8 marzo 2015, ore 16.00

La pecora nera

Teatro Distinto
con Daniel Gol e Alessandro Nosotti
scritto e diretto da Daniel Gol, Laura Marchegiani e Alessandro Nosotti
da 5 anni

Ecco una pecora nera. È arrabbiata? A chi assomiglia? Con chi gioca? Se ne sta sola perché
 è dispettosa. Anzi, forse è dispettosa perché gli altri la guardano male… Il gregge e la sua
 uguaglianza ordinata è raccontato attraverso immagini leggere e giocose; il numero è la
 sua forza, il bianco il colore che la racconta. Forse un bianco un po’ troppo netto, destinato,
 prima o poi, a incontrare il colore. La pecora nera è avvolta nel suo mondo, fatto di
 giochi scoordinati e fantasiosi, di compagni di viaggio diversi; abita il suo prato in bilico tra
 la ricerca di uno spazio nella normalità e la voglia coraggiosa di non lasciarsi cambiare, di
 sperimentare la sua diversità. C’è un mondo emotivo ricco e interessante nei suoi giochi
 solitari. Immagini, tracce, momenti ironici, che si rivelano gradualmente su un prato verde,
 accompagnati da due attori bizzarri che raccontano, nel modo stesso che hanno di esistere,
 la loro fiera diversità.
 Premio come ‘miglior regia e per il miglior soggetto’- Festival Internazionale ‘VALISE’ 2013
 Lomza – POLONIA
 Menzione speciale al Festival Giocateatro 2012
 Vincitore del premio Gianduja di pezza al Festival Immagini dell’interno 2012 Pinerolo –
Miglior Spettacolo

05.03.2015 - 06.03.2015
Signori...le patè de la maison
Cinema Teatro Chiasso
6830 Chiasso
Tel: +41 91 695 09 14
Orari
Gio-Ve: 20.30

Tratto da “ Le Prenon“ di Matthieu Delaporte, Alexandre de la Patellière

Adattamento di Carlo Buccirosso e Sabrina Ferilli

Con SABRINA FERILLI, MAURIZIO MICHELI, PINO QUARTULLO, MASSIMILIANO GIOVANNETTI, CLAUDIA FEDERICA PETRELLA, LILIANA ORICCHIO VALLASCIANI

Regia di MAURIZIO MICHELI

Produzione CAMELIA srl

 

Una cena in famiglia con il marito, l'amico del cuore e i cognati nel calore delle mura domestiche, il profumo del cibo che con amorosa pazienza la padrona di casa prepara fin dal primo mattino aiutata dalla madre esperta e pignola, l'annuncio di un imminente lieto evento e il nome da scegliere per il nascituro, la voglia e il piacere di stare insieme, di dirsi tante cose non dette e forse tenute dentro per anni, cosa c'è di più bello? Il migliore dei ristoranti non potrebbe mai regalare la stessa atmosfera, ma si sa, nella famiglia si nasconde tutto il bene e tutto il male possibile come del resto nella società degli uomini. Le sorprese non mancano e uno scherzo innocente e goliardico può rivelare realtà inaspettate ed imbarazzanti e allora anche la più gustosa delle pietanze come il paté che dà il nome al titolo può cambiare sapore e diventare un vero pasticcio, "anzi un "pasticciaccio", la padrona di casa pentirsi di aver passato tante ore ai fornelli e magari dare sfogo a rabbie e frustrazioni per troppi anni represse, ma ormai tutto è pronto, ci si può, anzi ci si deve mettere a tavola.

Una commedia brillante, a tratti grottesca dai risvolti amari che porta i protagonisti alla consapevolezza che, finita la cena, niente sarà più come prima. Insomma un "gruppo di famiglia in un interno", anzi l'interno di un gruppo di famiglia. Signore e signori...lo spettacolo è servito!

07.03.2015 - 07.03.2015
Principals of New York City Ballet
Cinema Teatro Chiasso
6830 Chiasso
Tel: +41 91 695 09 14
Orari
Sa: 20.30

Omaggio a Jerome Robbins (1918 -1998)

 

Se volessimo contare le compagnie di danza “storiche” la cui fama ha raggiunto la leggenda, in cima alla lista ci sarebbe il New York City Ballet, a pari merito solo con poche altre, il Mariinsky-Kirov di San Pietroburgo, il Bolscioi, l’Opera di Parigi.

Tra le fila del New York City Ballet, si sono contati, nei suoi 62 anni di vita, danzatori leggendari ed ancora oggi, la fama della compagnia e data dalla altissima qualità artistica dei suoi danzatori, impeccabili per tecnica, virtuosi, bellissimi interpreti.

 

Un ritorno straordinario per la città di Chiasso che avrà l’onore di ospitare per la seconda volta i magnifici danzatori della compagnia newyorkese impegnati in un programma totalmente dedicato a Jerome Robbins,il leggendario coreografo di origine russa che insieme a George Balanchine ha plasmato le basi tecniche ed espressive del balletto.

Jerome Robbins è rinomato per il suo lavoro come coreografo di balletti così come il suo lavoro di regista e coreografo di teatro, cinema e televisione del mondo. I suoi più importanti balletti sono oggi nel repertorio del New York City Ballet così come in quello di altre importanti compagnie di danza di tutto il mondo. Tra questi lavori vi sono quelli creati per Mikhail Baryshnikov (1994 ), “2 & 3 Part Inventions” (1994), “West Side Story Suite” (1995) and “Brandenburg” (1996). Oltre a due premi Oscar per il film West Side Story, Mr. Robbins ha ricevuto quattro Tony Awards, cinque Donaldson Awards, due Emmy Awards, gli Screen Directors' Guild Award e il New York Drama Critics Circle Award.

07.03.2015 - 03.10.2015
Mercato delle pulci
Centro storico
6850 Mendrisio

6 edizioni nel 2015!

Sabato 7 marzo

Sabato 11 aprile

Sabato 9 maggio

Sabato 6 giugno

Sabato 5 settembre

Sabato 3 ottobre 

14.03.2015 - 14.03.2015
Serata di beneficenza Le Ombre
Mercato coperto
6850 Mendrisio
Orari
Sa: 19.15

Serata di beneficenza a favore dell'Associazione Contate su di noi Fondazione Provvida Madre.

Ricca cena, cucinano i Lions, musica anni 60-70 costo serata 100.-

Suonano Le Ombre The sound of the shadows con la partecipazione di Gigi Ciresa.

Posti limitati, riservazione obbligatoria Claudio Poli 0792214992 oppure claudio56poli@gmail.com

15.03.2015 - 15.03.2015
Il fin, la meraviglia ovvero il Barocco in Arte e Musica
Cinema Teatro Chiasso
6830 Chiasso
Tel: +41 91 695 09 14
Orari
Do: 16.00

Un racconto per immagini e suoni del secolo che più ha influenzato la lettura della contemporaneità

con VITTORIO SGARBI ?voce narrante e selezione iconografica?

ALESSIO BIDOLI?violino solo e selezione musicale?

 

Vittorio Sgarbi è, fuori d’ogni dubbio, fra i più fini e profondi conoscitori del Barocco, secolo ricchissimo di suggestioni, bellezza e determinanti visioni che aprono la strada ad una più consapevole comprensione della nostra modernità.

Un progetto teatrale completo in cui la parola illumina una scelta colta ma potente di opere chiave del grande Barocco e le naturali pause della narrazione divengono occasione di ascolto di un repertorio secentesco che da una canto rafforzano la consapevolezza storica del pubblico e dall’altro ne rafforzano il coinvolgimento emotivo.

Questo importante ruolo è stato affidato al giovanissimo e talentuoso Alessio Bidoli, che a soli 26 anni è già considerato una promessa del concertismo italiano.

D’altro canto il violino è lo strumento barocco per eccellenza, il vero protagonista del Secolo, che con le sue nervose, melodiche, virtuose corde arriva all’Uomo-Violino di Paganini, ultimo violinista Barocco e inarrivabile apogeo di un’epoca.

18.03.2015 - 19.03.2015
Sagra di San Giuseppe
6853 Ligornetto

Il 19 marzo, come ogni anno, proprio all’inizio della primavera, si rinnoverà la tradizionale sagra di san Giuseppe. Numerosi fedeli e altrettanti turisti animeranno fin dalle prime ore del mattino il sagrato della chiesetta dedicata al Santo, curiosando tra le numerose bancarelle dove si potrà trovare di tutto, dai dolci alla salumeria, dalle stoffe ai fiori e ai giocattoli per i bambini. I più devoti, ma anche tanti curiosi, visiteranno la bella chiesa, partecipando alla Messa e pregando i Santo protettore. Poi sul prato circostante la festa continuerà allietata dalla Filarmonica comunale e completata da gustose cibarie. Non mancheranno i tradizionali tortelli, preparati secondo un’antica ricetta e oramai diventati famosi in tutto il Cantone. La sagra sarà preceduta dal falò della vigilia, propiziatorio, di antiche origini celtiche, manifestazione accuratamente preparata secondo un rituale tradizionale e seguita da un sempre crescente numero si persone.

22.03.2015 - 22.03.2015
Decamerone vizi, virtù, passioni
Cinema Teatro Chiasso
6830 Chiasso
Tel: +41 91 695 09 14
Orari
Do: 20.30

Liberamente tratto dal Decamerone di Giovanni Boccaccio

Con STEFANO ACCORSI

e cinque attori in via di definizione

 

Drammaturgia Maria Maglietta

Scene e costumi Carlo Sala

Disegno luci Luca Barbati

Adattamento e regia di MARCO BALIANI

 

 

Le storie servono a rendere il mondo meno terribile, a immaginare altre vite, servono ad allontanare, per un poco di tempo, l’alito della morte, per questo ci si sposta da Firenze verso la collina e lì si principia a raccontare. La città è appestata, la morte è in agguato, servono storie che facciano dimenticare, perché la vita reale là fuori si avvicina con denti affilati e agogna la preda.

Abbiamo scelto di raccontare alcune novelle del Decamerone di Boccaccio perché oggi ad essere appestata è l’intera società. Ne sentiamo i miasmi mortiferi, le corruzioni, gli inquinamenti, le conventicole, le mafie, l’impudicizia e l’impudenza dei potenti, la menzogna, lo sfruttamento dei più deboli, il malaffare. In questa progressiva perdita di un civile sentire, ci è sembrato importante far risuonare la voce del Boccaccio attraverso le nostre voci di teatranti. Per ricordare che possediamo tesori linguistici pari ai nostri tesori paesaggistici e naturali, un’altra Italia, che non compare nei bollettini della disfatta giornaliera con la quale la peste ci avvilisce. Per raccontarci storie che ci rendano più aperti alla possibilità di altre esistenze, fuori da questo reality squallido in cui ci costringono a recitare come partecipanti di un globale Grande Fratello. Perché anche se le storie sembrano buffe, quegli amorazzi triviali e laidi, quelle puzzonate, quelle strafottenti invenzioni che muovono al riso e allo sberleffo, mostrano poi, sotto sotto, come in tutte le grandi storie, il mistero della vita stessa, un’amarezza lucida che risveglia di colpo la coscienza, facendoci di botto scoprire che il re è nudo, e che per liberarci dall’appestamento, dobbiamo partire dalle nostre fragilità e debolezze, riconoscerle, farci un bell’esame, ridendoci sopra, e digrignando i denti, magari uscendo da teatro poco indignati ma ragionevolmente incazzati, anche con noi stessi.

29.03.2015 - 29.03.2015
Maurizio Battista Show
Cinema Teatro Chiasso
6830 Chiasso
Tel: +41 91 695 09 14
Orari
Do: 20.30

Scritto da Maurizio Battista e Riccardo Graziosi

Regia di Maurizio Battista

 

Maurizio Battista con le sue domande taglienti, gag e battute brillanti si esibirà in uno spettacolo completamente rinnovato, all’insegna della schiettezza e della leggerezza. La ‘vivace romanità’ che lo contraddistingue gli permetterà di sbilanciarsi in una giungla di controsensi e incongruenze per parlare delle disavventure che ogni cittadino vive quotidianamente, prendendo spunto dall’attualità, dalle difficoltà economiche, dai grattacapi che ogni persona deve affrontare ogni giorno. Sarà un’analisi dettagliata degli ultimi cinquant’anni della nostra vita, una catena di critiche pungenti e di incisivi buoni propositi suggeriti da chi la realtà del quotidiano la sa leggere molto bene.

Tutti ci riempiamo la casa di elettrodomestici inutili, ci creiamo problemi su come sarà il tempo tra

quindici giorni, tutti siamo convinti che ormai le torte siano solo quelle del “boss delle torte” dove per mangiarle ci vuole la consulenza di un meccanico. Partendo dai sacrifici dei nostri nonni e dei nostri genitori – attraversando provocatoriamente vizi e virtù dei nostri tempi – Battista si svincola dal mondo della politica per ridere con tagliente ironia delle nostre responsabilità, delle scelte che abbiamo fatto negli anni, di come le abitudini sono cambiate, fino alla domanda fatidica: possiamo davvero chiamarlo progresso? Uno show unico, perché come tutti gli spettacoli di Maurizio Battista, sarà basato sempre sull’improvvisazione. Ad accompagnarlo sul palco la sua storica band.

29.03.2015 - 25.10.2015
Jazz Matinée
Piazza Indipendenza 1
6830 Chiasso
Tel: +41 91 682 53 51
Orari
Do: 10.30-12.30

A partire dal mese di marzo hanno luogo le Jazz Matinée organizzate dal Jazz Club Mendrisiotto al Ristorante Touring Mövenpick di Chiasso, imperdibili per gli amanti del genere.
Hanno luogo la domenica mattina dalle 10.30 alle 12.30 circa.

Programma 2015:

29 marzo: ROBERTA SDOLFO jazz quartet «Il lato jazz del cuore»
Roberta Sdolfo voce – Alberto Bonacasa pianoforte Gianluca Alberti contrabbasso – Roberto Paglieri batteria

26 aprile: ANTONELLO MONNI quintet
Antonello Monni sassofoni – Giampiero Spina chitarre Marco Confalonieri piano e tastiere Daniele Petrosillo contrabbasso – Tony Arco batteria

31 maggio: LUIGI TESSAROLLO Hammond trio
Luigi Tessarollo chitarra – Alberto Gurrisi organo Hammond Enzo Zirilli batteria

28 giugno: TRA TANGO E TANGO
Annamaria Musajo voce – Arrigo Cappelletti piano Fausto Beccalossi fisarmonica

26 luglio: INSIDE JAZZ quartet
Tino Tracanna sax tenore e soprano – Massimo Colombo piano Attilio Zanchi contrabbasso – Tommaso Bradascio batteria

30 agosto: FERRARIO – GIBELLINI quartet Alfredo Ferrario clarinetto – Sandro Gibellini chitarra Roberto Piccolo contrabbasso – Massimo Caracca batteria

27 settembre: GIOVANNI FALZONE Acoustic quartet
Giovanni Falzone tromba – Gianluca Di Ienno Fender Rhodes Giacomo Tagliavia contrabbasso – Alessandro Rossi batteria

25 ottobre: SMASHING TRIADS quartet
Mauro Ottolini sousaphone – Guido Bombardieri clarinetto Vanessa Tagliabue Yorke voce e pentole cromatiche Enrico Terragnoli banjo, chitarra  

01.04.2015 - 01.04.2015
Pasqua a Coldrerio: rappresentazione della Passione
6877 Coldrerio
Orari
Me: 20.30

A Coldrerio, villaggio situato a poca distanza da Mendrisio, da ormai più di sessant'anni il Mercoledì santo viene proposta la rappresentazione della salita al Calvario di Gesù e della sua Crocifissione. Sulla collina del Ciossetto, in un'atmosfera tragica e intensa, viene rievocata - attraverso il susseguirsi di diverse scene - la Passione di Gesù fino al suo epilogo.

02.04.2015 - 03.04.2015
Processioni storiche di Giovedì e Venerdì Santo
6850 Mendrisio
Tel: +41 91 641 30 50
Orari
Gio-Ve: 20.30

La settimana santa a Mendrisio è caratterizzata dalla rappresentazione della passione e della morte di Gesù. Il giovedì prima di Pasqua, al tramonto, il corteo dei figuranti attraversa il centro rappresentando la salita al Calvario: legionari a cavallo al suono delle trombe, un Gesù sofferente e coronato di spine, una mesta Veronica che mostra il sudario, i soldati romani e tanti altri personaggi storici.


La processione del venerdì santo ha un carattere di mestizia e devozione. La Vergine e il corpo di suo Figlio sono portati per le vie del borgo da confraternite e religiosi, tra due ali di folla che si raccoglie in silenzio. A creare il suggestivo scenario, oltre la luce fioca della sera, contribuiscono soprattutto i magnifici "trasparenti" (lampioni e tele illuminate), realizzati da vari artisti della regione e le cui origini spaziano dal Seicento ai giorni nostri.

Affascinante mescolanza di religiosità popolare, misticismo, teatralità e arte, i cittadini di Mendrisio di ogni età partecipano come figuranti all'evento. Una tradizione profondamente radicata che può forse sembrare anacronistica. Ma è proprio l'osservanza di un rito tramandato dai padri a far rinascere, puntualmente ogni anno, lo spirito unico che si respira per le antiche vie del Borgo, durante le processioni e nei giorni che le precedono. Un appuntamento imperdibile e unico, dove la storia diventa spettacolo nel perpetuarsi della tradizione.

11.04.2015 - 11.04.2015
Barbablù 2.0
Cinema Teatro Chiasso
6830 Chiasso
Tel: +41 91 695 09 14
Orari
Sa: 20.30

UNA STORIA DI ORDINARIA VIOLENZA

Prima assoluta

Con LAURA NEGRETTI

Drammturgia Marco Filatori

Scenografia e progetto luci Armando Vairo

Regia di ELEONORA MORO    

Una produzione Teatro in Mostra

 

 

Un uomo con la barba dai terribili riflessi blu.

Un uomo che ha avuto tante mogli: dicono sette ma forse anche di più…..mogli che poi ha ucciso.

Una donna che pensa che in fondo quell'uomo non ha poi la barba tanto blu e decide di sposarlo.

Una porta chiusa che per nessun motivo deve essere aperta.

Una moglie talmente tanto curiosa da meritarsi una punizione.

Una stanza piena di orrori.

Un lieto fine.

 

Questo è quello che quasi tutti rammentano della favola di “Barbablù”, assieme al vago ricordo di aver letto, ad un certo punto dell’infanzia, una favola che ammoniva a non lasciarsi guidare dalla curiosità smodata. Ecco invece cosa succede se si prende una favola che tutti conoscono e si cambiano alcuni addendi. L’uomo questa volta forse non ha una barba dai terribili riflessi blu anzi, sembra così dolce, tenero e premuroso. L’uomo ha una sola moglie; una moglie talmente tanto innamorata da non accorgersi che forse quei riflessi blu ci sono per davvero. L’uomo pensa che è una gran fatica avere tante mogli e che al giorno d’oggi è molto più comodo averne una sola e farle provare, subire, sopportare, penare e patire tutte le violenze possibili e immaginabili: dicono sette ma forse anche di più…..

La porta chiusa rimane, in “C’era una volta…” come adesso, perché l’orrore che si consuma all’interno delle mura domestiche e dietro una porta che rimane spesso serrata, è così terribile che poche donne trovano il coraggio di spalancarla.

Nessun lieto fine!

18.04.2015 - 18.04.2015
Camut Band in "La vida es ritmo"
Cinema Teatro Chiasso
6830 Chiasso
Tel: +41 91 695 09 14
Orari
Sa: 20.30

Interpreti Toni Espanol, Néstor Busquets, Guillem Alonso, Rafael Méndez, Lluiìs Méndez, Jep Mélendez

Musica e coreografia Lluís Méndez, Toni Español, Rafael Méndez, Guillem Alonso, Jordi Satorra

Creazione e regia Camut Band 

Produzione Kiting Kità SL & J.C.Produccions

“La vida es ritmo” è uno spettacolo nel quale i fantastici ballerini della Camut Band si esibiscono suonando una serie infinita di strumenti a percussione africani, e danzano una tip tap dance rimodernizzata. Gli strumenti diventano oggetti di scena e base per azioni coreografiche acrobatiche . Uno spettacolo dentro il quale, i sei artisti riescono a creare un turbine ritmico esaltante e coinvolgente. Oltre un’ora di spettacolo nelle cui trame si conduce un complesso gioco ritmico – polifonico, e dove ruoli si scambiano in continuazione creando un flusso di energia sorprendente che induce gli spettatori a voler alzarsi e iniziare a ballare, inebriato dalla la magia di ciò che sta accadendo sul palco.

"La vita es ritmo", ha ottenuto premi di livello internazionale e lo spettacolo è stato rappresentato in tutto il mondo per importanti festival enti televisivi come BBC, ed eventi come Barcellona 2000 ed il Festival di Edimburgo.

 

21.04.2015 - 21.04.2015
Dipartita finale
Cinema Teatro Chiasso
6830 Chiasso
Tel: +41 91 695 09 14
Orari
Ma: 20.30

Di Franco Branciaroli

Con FRANCO BRANCIAROLI GIANRICO TEDESCHI

MASSIMO POPOLIZIO, UGO PAGLIAI

Regia di FRANCO BRANCIAROLI

Dopo l’apprezzata edizione di “Finale di Partita” di Beckett del 2006, Franco Branciaroli da autore firma, con questo “Dipartita Finale”, un testo ascrivibile alla stessa atmosfera dell’assurdo. È la storia di tre clochard, Pol, Pot e il Supino, comicamente alle prese con le questioni ultime, cui li costringe Toto, travestimento della morte. Oltre allo stesso Branciaroli, che ricoprirà proprio questo ruolo, a interpretarlo ci sarà un cast esemplare di attori: Gianrico Tedeschi, Ugo Pagliai e Massimo Popolizio, presentati in locandina in ordine anagrafico. E il fine metafisico, quello di un mondo affossato dall’assenza di valori e che affida la propria longevità alla scienza, in assenza di una fede nell’immortalità, è perseguito con strumenti irresistibilmente divertenti. “È una parodia, un western, un gioco da ubriachi sulla condizione umana dei nostri tempi, con tre barboni che giacciono in una baracca sulle rive di un fiume, forse del Tevere, e con la morte, nei panni di Totò menagramo, che li va a trovare impugnando la falce”, con le parole dello stesso Branciaroli. Il finale, a sorpresa, è lieto per tre quarti. 

01.05.2015 - 03.05.2015
Chiasso Letteraria
Via Dante Alighieri 4
6830 Chiasso
Tel: +41 79 284 64 86
Orari
Me: 18.30
Gio: 17.00 / 20.00
Ve: 18.00 / 20.00 / 21.00
Sa: 10.00 /... / 23.30
Do: 11.00 /... / 17.15

Il Festival di letteratura ChiassoLetteraria viene creato nel 2006 dall’omonima associazione con sede a Chiasso. Ben presto il festival si profila come una delle principali e più seguite manifestazioni in campo letterario non solo del Ticino, ma anche a livello nazionale. A seguirla, un folto pubblico intergenerazionale che tocca ormai da alcuni anni le 5'000 unità. 

01.05.2015 - 01.05.2015
Mangialonga

Torna anche quest'anno nel Mendrisiotto la Mangialonga: una festa tradizionale di terre vignate, che abbina il piacere di camminare in un paesaggio incantevole alla degustazione di deliziosi frutti della natura.


Una facile passeggiata sulle pendici del Monte San Giorgio (patrimonio mondiale dell'Unesco per i suoi fossili), con partenza e arrivo a Rancate; un percorso naturalistico particolarmente affascinante, lungo poco meno di 9 chilometri e punteggiato da una decina di soste con degustazione di vini e specialità prodotti nel territorio: così si presenta la manifestazione che si preannuncia come una giornata molto godereccia da trascorrere all'aperto e in compagnia.

 

ATTENZIONE: l'edizione 2014 è già completa. Vi aspettiamo a braccia aperte per l'edizione 2015!

01.05.2015 - 30.08.2015
DANIEL SPOERRI Eat Art in transformation
m.a.x museo
6830 Chiasso
Tel: +41 91 695 08 88
Orari
Ma-Do: 10.00-12.00/15.00-18.00

Inaugurazione: giovedì 30.04.2015, ore 18.30

Il m.a.x. museo di Chiasso organizza una mostra antologica - a cura di Susanne Bieri, Antonio d'Avossa e Nicoletta Ossana Cavadini- dedicata all’opera dell’artista svizzero Daniel Spoerri (1930), fondatore della “Eat Art” – termine coniato nel 1967 con cui Spoerri intendeva avviare una riflessione critica sui principi fondamentali della nutrizione, in rapporto al valore spirituale dell’uomo.

Attraverso la poetica di Spoerri, l’esposizione illustra l’attrazione continua dell’umanità nei confronti dell’epocale tema del cibo, visto come interfaccia fondamentale fra arte e vita. Nella mostra saranno presenti i primi elaborati riferiti alla sperimentazione legata alla rivista “Matérial” (1955-1961), quindi ai multipli cinetici (MAT: Multiplication, art, transformation) e poi ai celebri tableaux-pièges, agli assemblages di oggetti di uso quotidiano, fissati a supporti e ribaltati nell’orientamento, fino alla scultura in bronzo e alla sua ricerca in campo grafico (fotogrammi tableaux-pièges) e di installazioni, il tutto visibile grazie a importanti documenti d’archivio provenienti dalla Biblioteca nazionale svizzera di Berna con cui è stato redatto, in collaborazione, il progetto di mostra. Presenti, inoltre, alcuni documenti e fotografie relativi al Restaurant Spoerri, alla Eat Art Galerie, The Last Supper of the Nouveau Réalisme (Milano, 1970) e Le déjeuner sous l’herbe ou enterrement du tableau-piège (Château du Montcel, Jouy-en-Josas, 23.04.1983). Saranno anche esposte le ricette dell’artista, i suoi appunti e menù a partire dal ristorante Spoerri di Düsseldorf (1968) fino al Bistrot di Santa Marta (Fondazione Mudima, Milano 2014), come pure – per la prima volta in una sede museale – una sezione specifica sulla grafica dedicata a Spoerri, che riprende i suoi elaborati, i manifesti, gli annunci ecc. Grazie a lettere e documenti verranno altresì messi in risalto i rapporti di Spoerri con gli artisti contemporanei e i suoi amici; citiamo, fra gli altri, Jean Tinguely, conosciuto a Basilea già nel 1950, Marcel Duchamp, Man Ray, André Thomkins, Karl Gerstner, Vera Spoerri, Meret Oppenheim, Emmett Williams, Dieter Roth, Roland Topor, Robert Filliou, Ben Vautier, Eva Aeppli e Bernhard Luginbühl.

Il progetto di mostra è correlato al tema di Expo Milano 2015, e in particolare alle modalità espressive del Padiglione svizzero. Inoltre, domenica 17.05.2015 si terrà al Padiglione svizzero una conversazione con Daniel Spoerri dal titolo "Incontro con la Eat Art".

Le opere provengono dalla collezione dell’artista, da quella della Biblioteca nazionale svizzera di Berna, da alcuni musei svizzeri e da importanti collezionisti privati, svizzeri e italiani.
Durante tutto il periodo espositivo saranno promossi eventi e laboratori didattici.

La mostra è coprodotta con la Galleria civica di Modena, dove – con progetto integrato – sarà presentata nelle due sedi di Palazzo Santa Margherita e della Palazzina dei Giardini da sabato 10.10.2015 (giorno anche dell’inaugurazione, coincidente con la Giornata del Contemporaneo promossa dall’AMACI e dal Ministero dei Beni Culturali) a domenica 10.01.2016.

16.05.2015 - 17.05.2015
Giocolandia a Mendrisio
Mercato Coperto
6850 Mendrisio
invitiamo i bambini e le famiglie a portare in tutte le giornate di GIOCOLANDIA, i loro vecchi giocattoli usati o rotti, saranno sempre presenti ad ogni tappa gli operatori dell’OSPEDALE DEL GIOCATTOLO che li raccoglieranno, li aggiusteranno, e li distribuiranno ai bambini bisognosi e che non se li possono permettere.
 
L’ingresso a Giocolandia è gratis, con la BIMBO CARD al prezzo di CHF.5.00 i piccoli possono fare tutti i giochi disponibili nel villaggio del divertimento e ricevono una rivella gratis.
 
Ulteriori informazioni sulla manifestazione su www.giocolandia.ch
17.05.2015 - 17.05.2015
Fiera dell'Antiquariato
6850 Mendrisio
Orari
Do: 9.00-18.00
Arte e Collezionismo. Argenti, gioielli, vetri porcellane, maioliche, numismatica, filatelia, libri, sculture, arte popolare, tessitura, mobili, arti extraeuropee, militaria, giocattoli, ferri, design del '900, e dipinti dal XVI al XX secolo, grande presenza di dipinti di pittori ticinesi dall'ottocento al novecento. Oltre 120 espositori professionisti.
29.05.2015 - 30.05.2015
Palio degli asini di Mendrisio
6850 Mendrisio
Tel: +41 91 641 30 50
Orari
Ve: 18.30-24.00
Sa: 10.30-1.00

Nato un po' in sordina nel 1983, quale occasione di incontro fra gli abitanti, il Palio di Mendrisio fa ormai parte delle manifestazioni caratteristiche della regione. Nel corso degli anni la fisionomia della kermesse si è trasformata, ma ha saputo mantenere lo spirito originario e soprattutto ha consolidato il ruolo di protagonista affidato agli asini. Il clou della festa, che coinvolge l'intera popolazione del Magnifico Borgo, è rappresentato dalla gara in groppa ai simpatici quadrupedi per conquistare l'ambito trofeo. I rappresentanti delle contrade del borgo (Canton Uri, Curubiell, Vila Furesta, Vignuu, Brecch, Salurin) si affrontano sul prato del Vecchio Ginnasio, all'ombra dell'antico ex convento dei Serviti. Nelle vie e viuzze del centro storico vestito a festa, con il suo sventolare di bandiere e del gonfalone del Palio che troneggia sulla torre di Piazza del Ponte, l'atmosfera di allegria è palpabile e contagiosa. Per la gioia dei visitatori più giovani, il palio è regolarmente affiancato da numerose attività ludiche.

13.06.2015 - 13.06.2015
Progetto Amore 2015 - Giornata di Solidarietà
Stadio comunale
6830 Chiasso
Orari
Sa: 14.00

Durante la giornata interverranno vari volti noti nell'ambito sportivo e televisivo del nostro paese che vi faranno compagnia e parteciperanno alle varie attività. All'entrata del villaggio e durante la giornata il pubblico potrà dare il suo contributo con un'offerta libera.

Ci sarà un concerto serale, ma già dal pomeriggio sara' allestito un "villaggio" dove saranno attive delle bancarelle informative di diverse associazioni, ci saranno giochi per bambini, intrattenimenti e punti di ristoro, i quali, come nelle passate edizioni, non distribuiranno bevande alcoliche.

Verrà inoltre riproposto il concorso canoro TI-Factor, reduce da un incredibile successo di partecipanti e di pubblico, sempre in collaborazione con il Corriere del Ticino.

A 00.00 verrà proiettata su schermo gigante la partita dei Mondiali in Brasile Italia-Inghilterra.

L'evento si svolgerà con qualsiasi condizione meteorologica.

04.07.2015 - 05.07.2015
Estival Jazz Mendrisio
Piazzale alla Valle
6850 Mendrisio
Tel: +41 91 641 30 50
Orari
Ve-Sa: 20.30

Concerti di musica jazz.

Venerdì: Troker; Angelique Kidjo con l'Orchestra della Svizzera italiana dir. Gast Waltzing; Red Hot Chilli Pipers

Sabato: Toguna; Ibrahim Maalouf; Eric Burdon and the animals

Ingresso libero.

18.07.2015 - 19.07.2015
Sagra del pesciolino
6827 Brusino Arsizio
Orari
Sa: 19.30-01.00
Do: 19.00-24.00

Tipica sagra popolare dedicata al pesciolino. Cena a base di pesce con accompagnamento musicale. Inizio distribuzione pesciolini e altre specialità alla griglia alle ore 19.30 (domenica alle 19.00). Alle ore 20.30 grande ballo con l'Orchestra "Molinari" (sabato) et l'Orchestra "Le Gocce" (domenica), fino a mezzanotte. Ingresso libero.

In caso di brutto tempo la sagra si terrà il 26-27 luglio 2014.



METEO
DO, 11° LU, 10° MA, 14°
OFFERTE SPECIALI
Le nostre proposte

Per stuzzicare la curiosità e per suggerire come sviluppare un soggiorno nella regione, Mendrisiotto Turismo ed i suoi partner propongono alcuni spunti. 

Cercando di confezionare delle offerte con contenuti interessanti e di quindi riuscire a stimolare l’interesse per la regione, vi proponiamo di verificarle, sperando riescano a solleticare la vostra curiosità!